Il bonus per l’ascensore in condominio. La soluzione al 50%

Se vuoi un ascensore devi puntare su affidabilità, velocità di esecuzione, poi viene il prezzo di listino e poi lo sconto del 50% in fattura per l’acquisto dell’ascensore anche in condominio. La ricetta perfetta per avere il proprio impianto di sollevamento è il bonus per l’ascensore condominiale per l’ammodernamento o la nuova installazione dove è ancora assente.

Il bonus per un ascensore in condominio si avvia alla proroga anche per il 2022.

Il 2021 è stato l’anno dell’assalto al bonus 110%. Si è trattato però più di un miraggio che di una vera risorsa. Più d’uno sono i punti dolenti della misura, primo tra tutti l’insostenibilità e la caratteristica di far aumentare i prezzi di mercato, perché la domanda si è rivelata superiore all’offerta. Il Governo sta quindi esaminando le pratiche relative ai diversi bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie e per la sostituzione di ascensori, impianto termico e ristrutturazione di facciate con relative agevolazioni per capire cosa fare nel 2022. Il semaforo è verde proprio per quel che riguarda il bonus per l’ammodernamento dell’ascensore in condominio e per l’installazione con lo sconto del 50% direttamente in fattura. Si tratta in pratica di avere l’ascensore velocemente e con la metà dei costi, godendo dello sconto 50% sulle imposte o direttamente in fattura. Si tratta di una misura sostenibile, immediata, facilmente percepibile e che consente l’immediata installazione o ammodernamento dell’ascensore per tutti i condomini.

Condominio: il bonus per l’ascensore che aiuta disabili e anziani

L’installazione dell’ascensore nei condomini è una pratica che dipende dal consenso ricevuto nell’assemblea condominiale. Tuttavia, in alcuni casi, è possibile procedere velocemente. Infatti per tutti gli strumenti che aumentano la mobilità interna degli edifici, come l’ascensore, è previsto il godimento del bonus e l’installazione dell’ascensore in condominio anche senza la maggioranza dell’assemblea. Nel caso in cui l’installazione dell’ascensore non lede il diritto degli altri di fare uso delle parti comuni dell’edificio, ciascun condomino può procedere direttamente. Questo significa che l’ascensore può essere installato anche all’esterno dell’edificio, per consentire l’accesso in appartamento per anziani over 65 e disabili con difficoltà di movimento. Ovvero, un singolo proprietario può installare l’ascensore e godere del bonus al 50% nel proprio appartamento, anche in condominio e senza l’autorizzazione degli altri condomini. Tutto quello che deve fare è avvisare con una comunicazione il condomino, dei lavori di ristrutturazione che si stanno avviando.

Il principio della solidarietà condominiale che consente di installare l’ascensore anche senza il consenso dei condomini

Il principio che consente di godere dell’ascensore anche senza la maggioranza dell’assemblea è quello della solidarietà condominiale. È previsto quando l’intenzione è quella di eliminare le barriere architettoniche per facilitare l’accesso all’immobile da parte di anziani over 65 e soggetti con disabilità motorie cui viene riconosciuto il godimento, tra gli altri, del bonus per l’installazione dell’ascensore in condomino. Ne consegue che il condomino può installare l’ascensore esterno all’edifico, anche se riduce la veduta di alcuni e non rispetta le distanze dalle proprietà contigue. Anche nell’ipotesi di contrasto, la prevalenza della norma speciale in materia di condominio determina l’inapplicabilità della disciplina generale sulle distanze. Pertanto, ove il giudice verifica il rispetto dei limiti previsti dall’articolo 1102 Codice civile, si deve ritenere legittima l’opera realizzata.

Cosa fare se davvero vuoi installare l’ascensore

Consiglio numero 1- Puoi cercare di avere anche gratis un preventivo per l’ascensore;

Consiglio numero 2- cerca un listino prezzi per il tuo ascensore domestico;

Consiglio numero 3- individua prima degli altri quale può essere il costo di un ascensore in condominio

Consiglio numero 4- individua l’impianto più adeguato alla situazione e considera che l’impianto di sollevamento può essere minilift interno senza fossa, ascensore esterno all’edificio, ascensore interno all’edificio.

Consiglio numero 5- tieni conto della detrazione prevista per l’ascensore, che abbatte del 50% il costo e che puoi installare anche in condominio senza bisogno della maggioranza dell’assemblea.

Per concludere, la vera notizia è che Il bonus per l’ascensore in condominio si avvia alla proroga anche per il 2022. Una buona notizia per i condomini e lo sconto in fattura è immediato